:::: MENU ::::

WP Rocket, un plugin che ti lancia in orbita!

WP Rocket

Qualche giorno fa sono stato contattato via email dal simpatico Jean-Baptiste, lead webmarketer di WP Rocket, che mi ha offerto una prova su strada del loro plugin di web caching. Ho accettato di buon grado e, dopo avere effettuato dei test, approfitto della situazione per inaugurare una nuova sezione qui su MentaForte, dedicata  alle (e, con sommo sforzo di fantasia, chiamata proprio) Prove su Strada! Vediamo com’è andata.

WP Rocket: cos’ha in più?

Per chi non lo conoscesse, WP Rocket è un plugin commerciale di caching per siti WordPress. In effetti affermare che si occupa semplicemente del caching sarebbe riduttivo: per essere più precisi, si tratta di una completa suite di funzioni che permette di ottimizzare ogni aspetto di un sito web sviluppato con WordPress: caching, come detto, ma anche minification, compressione, lazy loading, ottimizzazione delle immagini, CDN, e altre funzioni che i plugin concorrenti non hanno.

Installazione e configurazione

L’installazione avviene in maniera abbastanza rapida. Una volta effettuato l’acquisto si verrà reindirizzati alla pagina dove scaricare il plugin in formato compresso. Il file zip andrà caricato su WordPress tramite l’apposita funzione Plugin->Aggiungi nuovo->Caricare (non sto qui a fare un corso rapido di WordPress per principianti!), oppure tramite un client FTP. La prima opzione è sicuramente più immediata, ma la scelta sta a te. L’installazione richiederà pochi secondi, quindi si dovrà generare una chiave API di attivazione, direttamente dall’account creato su WP Rocket, dove si dovrà specificare l’indirizzo del sito sul quale si utilizzerà il plugin (nel mio caso https://mentaforte.it). Inserita la chiave si avrà finalmente accesso al pannello di configurazione.

Di solito, a una griglia così ricca di funzioni, come è quella di WP Rocket, fa da contraltare un pannello di configurazione ostico. Non è questo il caso! Abituato ad altri plugin di caching che richiedono ore di studio, ricerche su internet e tentativi, appena installato WP Rocket mi sono stupito della semplicità delle impostazioni. Senza andare troppo per le lunghe, ho attivato tutto l’attivabile (5 o 6 checkbox in totale) nel pannello di configurazione di base, ho salvato le impostazioni e mi sono messo comodo per godermi lo spettacolo: il sito è diventato una scheggia! Ha guadagnato punti in tutti i test di velocità di caricamento e di ottimizzazione che ho effettuato, e il tutto senza nessuna fatica.

Ovviamente si può smanettare con le configurazioni avanzate, sebbene non sia strettamente necessario: il boost nelle prestazioni che WP Rocket imprime è impressionante già con una configurazione minimale. Ad ogni modo, anche i pannelli dove impostare le configurazioni avanzate sono molto semplici da utilizzare. Nel mio caso ho soltanto fatto uso del Prefetch DNS per i Google fonts che utilizzo qui su MentaForte, aggiungendo l’URL //fonts.googleapis.com (scritto così, senza http:) nel relativo box.

Prestazioni

Come ho detto poco fa, l’aumento delle prestazioni è notevole. Per siti con molte immagini, credo che la funzione LazyLoading possa fare miracoli. Senza entrare troppo in dettagli: su MentaForte ho limato circa un secondo nel caricamento della home page, semplicemente disattivando W3 Total Cache e installando WP Rocket. E ci tengo a far notare che andavo particolarmente fiero del modo in cui avevo impostato W3 Total Cache! Ci avevo perso una settimana, nella quale avevo dovuto affrontare incompatibilità e errori di tutti i tipi… Un incubo! Poi provo WP Rocket e sbam! ottengo risultati migliori semplicemente installandolo!

Prezzi

WP Rocket, come dicevo all’inizio, è un plugin commerciale. I prezzi partono da 29 euro per la licenza singola e arrivano a 149 euro per la licenza illimitata. Nel prezzo d’acquisto sono inclusi gli aggiornamenti per un anno e il supporto 7/7. Allo scadere dell’anno il plugin rimane comunque utilizzabile, ma non sarà più possibile ricevere aggiornamenti, se non effettuando di nuovo l’acquisto.

Riepilogo

La domanda è: vale la pena spendere dei soldi per un plugin che alla fine fa (d’accordo, lo fa meglio) quello che altri plugin free possono fare? Non c’è una risposta univoca. Certo, il blogger amatoriale che utilizza WordPress soltanto per scrivere il resoconto delle sue vacanze, probabilmente ci penserà due volte prima di sborsare un euro per il suo sito; un blogger che invece voglia intraprendere la carriera di web marketer, di freelancer, di sviluppatore, potrebbe trarre enormi benefici dall’utilizzo di questo plugin, perché come è noto, il posizionamento nelle SERP dei principali motori di ricerca è influenzato anche dalla velocità di caricamento delle pagine.

Dal mio punto di vista, WP Rocket è un plugin da avere nel proprio arsenale, e il costo è pienamente giustificato dai benefici che apporta.

Tu che cosa ne pensi? Lascia un commento nel box qui in basso e fammi sapere la tua! 🙂


I commenti sono chiusi.